Zibibbo o Moscato d'Alessandria

7,00€

Origine incerta forse Africa è diffuso da tempo antico lungo le coste del mediterraneo sembra che il nome derivi dal Capo Zibibb in Tunisia oppure dall'arabo zabeb che significa appassito; è conosciuto con tanti sinonimi come "Moscato d'Alessandria", "Moscato di Pantelleria", Salamanna in Toscana; è una varietà a duplice attitudine dalla quale si ottengono i famosi passiti di Pantelleria e Siciliani; ottima anche da mangiare allo stato fresco; Altri vitigni da tavola: Schiava, Pause Precoce, Don Mariano, Moscato Giallo, Delizia di Vaprio, Pizzutello Nero. fra le uve aromatiche è uno dei vitigni più antichi. Vitigno a duplice attitudine, è adatto sia per consumo fresco che per vinificazione. Il Moscato di Alessandria e' un vitigno abbastanza vigoroso, predilige forme di allevamento non molto espanse ma si adatta bene anche al tendone. Preferisce la potatura corta. Sensibile a Peronospora ed Oidio. Presenta un grappolo medio grande (peso medio 370 g), conico piramidale, con 1 o 2 ali, semiserrato; L’acino grosso o molto grosso, ellissoidale o subsferoidale, con buccia spessa, consistente e pruinosa, di un colore giallo-verdastro o giallo ambrato, polpa croccante, dolce con sapore intenso e tipico di moscato. Sinonimi: Zibibbo, Moscatellone, Moscato di Pantelleria, Seralamanna, Salamanna. Germogliamento: II° decade di Aprile. Fioritura: II° - III° decade di Giugno. Maturazione: III° decade di Settembre.


Le piante in vendita sono coltivate in vaso.

Price: 7,00€